composizione esercizio

Al valore di composizione A concorrono: la musica, di cui viene valutata la scelta, che deve presentare varietà; la coerenza stilistica dell’esercizio rispetto al tema musicale; l’esecuzione a tempo con la musica; la composizione di base, cioè il modo in cui la ginnasta si muove in pedana (si dovrebbe occupare tutto lo spazio disponibile); la varietà di maneggio d’attrezzo; la varietà della scelta degli elementi corporei; la varietà delle difficoltà; l’equilibrata distribuzione delle difficoltà nell’esercizio, tutto cioè che dà vita alla coreografia dell’esercizio.

esecuzione

Per ottenere il valore E di esecuzione, viene valutato appunto il grado di correttezza con cui la ginnasta esegue l’esercizio: si parte dai 10 punti, e ad ogni errore di corpo o d’attrezzo viene scalata una certa penalità.

difficoltà corpo

Per l’assegnazione del valore D1 vengono valutate le difficoltà di corpo, cioè una serie di specifici elementi tecnici : salti , equilibri , pivot. Tutte le difficoltà sono codificate e vengono aggiornate periodicamente. Per essere valide, esse devono essere eseguite in relazione ad un movimento d’attrezzo. Ogni attrezzo chiede una maggioranza di due gruppi del corpo rispetto agli altri:

fune: salti , pivot

cerchio: distribuzione tra i diversi gruppi del corpo

palla: equilibri e salti

clavette: equilibri e pivot

nastro: pivot e salti.

caratteristiche

La competizione avviene per valutazione di due o più esecuzioni che avvengono in sequenza. Una giuria assegna un punteggio a ciascuna esecuzione, a partire dal quale viene stilata la classifica finale, il punteggio massimo equivale a 20,000 (Codice dei Punteggi 2013-2016). Viene considerata penalizzante anche l’errata successione delle difficoltà, cioè la loro esecuzione in un ordine diverso da quello dichiarato o se la stessa difficoltà viene ripetuta due volte.

L’esercizio può essere effettuato individualmente, in coppia, oppure in squadra composta da 3 a 6 ginnaste o anche di più. Nelle prove di squadra e di coppia le atlete possono usare tutte lo stesso attrezzo, oppure due diversi.

Gli attrezzi utilizzati sono cinque: fune,cerchio, palla,clavette e nastro. Nelle competizioni minori, in genere organizzate da enti di promozione sportiva, e nelle competizioni fgi categoria allieve (fino ai 12 anni), è prevista la competizione a corpo libero, cioè senza attrezzi, per mettere in risalto l’acquisizione corretta delle difficoltà. Un esercizio a corpo libero è tuttavia previsto anche in ciascuna gara del campionato federale di serie A, affidato a ginnaste di categoria Allieve o Juniores.

L’esecuzione deve durare fra 1 minuto e 30 e 2 minuti e 30. A seconda delle categorie, si possono avere variazioni sia nelle durate, sia nel calcolo del punteggio finale.

Ogni esercizio può essere accompagnato dalla musica, che è parte integrante della esecuzione stessa. Sono ammesse solo musiche strumentali o nelle quali la voce non ha un ruolo solista o non è pronunciato un testo e per un solo esercizio è ammessa una musica cantata. Nelle gare a livello non agonistico l’esercizio individuale può essere eseguito senza musica, mentre negli esercizi normali la musica diventa obbligatoria anche nelle gare a livello più basso a quello agonistico.

La principale caratteristica della ginnastica ritmica è essere fluide dei movimenti, senza la quale l’esercizio risulta disordinato

fonte:Wikipedia

storia ginnatica ritmica

La ginnastica ritmica si sviluppò nel 19 secolodagli stili ginnici tedesco e svedese. Il primo campionato dl mondo ebbe luogo nel 1963 a udapest, ungaria, limitatamente alle prove individuali; le prove di gruppo vennero aggiunte nel 1967 in occasione del campionato di copenaghen, danimarca.

La ginnastica ritmica entrò nel programma dei giochi olimpici estivi nel 1984 (olimpiadi di los angeles). Anche in questo caso si trattò inizialmente solo di prove individuali; la gara di gruppo venne inserita solo nel 1996 (olimpiadi in atlanta, USA).

Eugenia Kanaeva

la ginnastica ritmica è molto diffusa in Russia infatti habbiamo molte ginnaste russe si poteva vedere anche nella word cup di cui una molto conosciuta è EUGENIA KANAEVA che è stata ed è una bravissima ginnasta che ha iniziato la ginnastica ritmica da quando aveva appena 4 anni, e la sua passione inizia da quando era il suo compleanno di quando aveva 4 anni e li hanno regalato iil suo primo cerchio e lei ha iniziato a fare delle mosse di ginnastica ritmica e ha farlo girare attorno alla vita e al collo………. ecc. ecc.e da qui è nato il suo grande TALENTO

Coppa del mondo Pesaro Giappone

Quest’anno alla coppa del mondo ci sono state varie nazioni di cui una il Giappone e per gli individuali :

-Hayakawa Sakura

-Minagawa Kaho

a contrario per la scuadra hanno partecipato:

-Yokota Kiko

-Suzuki Ayuka

-Noschitami Sakura

-Sugimoto Sayuri

-Matsubara Rie

-Hatakeyama Airi

Entro domani dovrei riuscire a pubblicare altre informazioni sulla coppa italia che si è tenuta a Pesaro